Gesuiti
Gesuiti Educazione
Fondazione delle scuole ignaziane
News Notizie Formazione ignaziana per uffici amministrativi

Formazione ignaziana per uffici amministrativi

Il 25 gennaio 2022 si è svolta l’annuale riunione degli Uffici Amministrativi delle scuole della Rete Gesuiti Educazione, con la partecipazione degli staff amministrativi di tutti gli Istituti di Italia, Albania e Malta.

La riunione si è svolta in videoconferenza durante tutta la mattinata, in cui sono stati sviluppati contenuti sia tecnici che formativi. Sono stati presentati e commentati i dati aggregati dei Bilanci della Rete per l’esercizio 2020/2021 e si è discusso della nuova procedura di gestione dei crediti redatta e varata dalla Rete. La seconda parte della mattinata è stata dedicata alla formazione sul documento “Le scuole dei gesuiti. Una tradizione viva nel 21mo secolo”, emanato dall’ICAJE e contenente gli indicatori che definiscono una scuola come “ignaziana”, sui cui tutti gli Istituti della rete stanno concentrando il loro lavoro.

Questo incontro ha l’obiettivo di costituire un’occasione di condivisione e confronto, uno spazio in cui fermarsi a riflettere e percepire che ciascuno staff non è solo nello svolgimento della propria attività, bensì inserito in una rete più grande che cammina insieme. Gli uffici amministrativi sono corresponsabili del raggiungimento della missione della scuola insieme a tutti gli altri soggetti che concorrono a questo obiettivo, e destinatari della formazione come gli altri collaboratori che prestano il loro servizio nelle opere della Compagnia.

Agli amministrativi è stata posta una domanda relativa a che cosa significhi per loro lavorare in un Istituto dei Gesuiti, identificandone i tratti specifici. Arianna Li Perni, dell’amministrazione dell’Istituto Sociale di Torino, ha risposto: “Durante gli ultimi mesi, che sono stati difficili per me a livello personale, ho sperimentato la cura personalis e il sentirsi parte di una famiglia, di un ambiente caratterizzato da legami stretti, che non ho mai percepito in altri luoghi di lavoro”.

Condividi